Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Menu

Condannati i colpevoli per l'uccisione del pensionato Liternese

Giuseppe Corvino fu trovato esamine la sera del 13 dicembre 2012 


Villa Literno - Era una notte freddissima quella del 13 dicembre 2012 quando in via Aversa (ora via dei Mille) a Villa Literno si consumò un efferato delitto. A morire fu un 75enne, Giuseppe Corvino, colpito a morte a furia di bastonate. Pe questo motivo la badante dell’uomo, Dorinela Borcan di 46 anni e Traian Mihailescu, entrambi rumeni, furono arrestati. Ieri il Pubblico Ministero di Santa Maria Capua Vetere, Giuliano Caputo, ha chiesto la condanna a 23anni e sei mesi di isolamento per la badante, mentre per Mihailescu (accusato dalla donna di essere all’interno dell’abitazione nella notte del delitto ndr) è stato chiesto l’ergastolo. Quella notte, quando la vita di Corvino fu spezzata a colpi di bastonate i due volevano rubare gli averi dell’anziano e per questo fu lasciato moribondo nel suo letto. Ora il destino è stato segnato in attesa che si svolga un ulteriore processo presso la corte di Assise del tribunale di Santa Maria Capua Vetere.

 

Leggi tutto...

Il Carnevale di Villa Literno si rinnova

La voglia di ricostruire è tanta e l’impegno non mancherà. 


Villa Literno -Trentuno anni di storia non si cancellano in poco tempo. La tradizione, la voglia di stare insieme e di coinvolgere tutto il paese in una delle attività più sentite a Villa Literno è ancora molto forte. Il Carnevale per i liternesi resta ancora una priorità, una tradizione da portare avanti. Per questo motivo l’Associazione Carnevale ha deciso di rinnovare il proprio organigramma, puntando su un presidente giovane, Orlando Zaccariello e rinnovando anche il comitato esecutivo che sarà formato da Roberto Zanobio, Tammaro Ucciero, Andrea Elia, Assunta Terzo e Nicola Olivero. Vecchio e nuovo si fonde nella nuova associazione che come obiettivo quello “di riportare in auge il carnevale, putando sulla partecipazione di tutta la popolazione, a cominciare dalle istituzioni, i commercianti, le associazioni ed i singoli cittadini” dice Orlando Zaccariello. La voglia di ricostruire è tanta e l’impegno non mancherà. Non a caso proprio in queste sere (ultimi due spettacoli sabato e domenica ndr) presso la sala splendore in piazza Marconi, uno spettacolo teatrale tratto dal libro di Baricco ‘Novecento’ che ha dato vita anche al film ‘Il pianista sull’oceano’. I soldi dei biglietti serviranno a sostenere le spese per l’organizzazione del prossimo carnevale. Intanto il lavoro di ristrutturazione dell’associazione continua e andrà avanti nel corso di questi mesi, con un solo obiettivo: ovvero rilanciare il carnevale, ma soprattutto renderlo una manifestazione che possa diventare nuovamente un’attività sociale che impegni giovani e meno giovani durante tutto il corso dell’anno e che dia lustro alla cittadina liternese.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS