Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Menu

Serie A - Le pagelle di Napoli-Catania 2-1

Serie A - Le pagelle di Napoli-Catania 2-1 Serie A - Le pagelle di Napoli-Catania 2-1

Continuano i momenti d’oro per Behrami e Callejón che travolgono con i loro movimenti il Catania. Gli etnei fanno comunque un passo in avanti rispetto alle ultime prestazioni e all’insediamento di De Canio in panchina, giocando alla pari per un almeno una frazione di gioco. Contro questo Napoli è però troppo poco e Benitez e soci riescono così a guadagnare l’ennesima vittoria casalinga in campionato.


 

===NAPOLI===

José Manuel REINA 6 - Poco lavoro per il portiere spagnolo che non può nulla sul gol di Castro, arrendendosi così a subire il secondo gol in casa in campionato.

Giandomenico MESTO sv - Solo cinque minuti di gioco per lui, un "in bocca al lupo” per una pronta guarigione. (dal 7’ Bruno UVINI 5 - Debutto stagionale per il difensore brasiliano che però soffre tantissimo nel primo tempo i movimenti a sinistra di Biraghi e Capuano. Nella ripresa viene aiutato maggiormente dal proprio centrocampo e limita i danni).

Pablo Estifer ARMERO 6 - Poche le trame offensive proposte dal terzino colombiano che soffre molto il posizionamento di Castro nel primo tempo. Con l’argentino spostato nella ripresa sulla corsia di sinistra gioca con maggior tranquillità.

Federico FERNÁNDEZ 5,5 - Deve seguire Maxi López ma l’attaccante degli etnei gli rende la vita difficile con molto movimento. Troppo spazio però lasciato a ridosso del limite dell’area di rigore

Raúl ALBIOL 6 - Poco lavoro per l’ex Real Madrid che si occupa degli inserimenti di Castro e Keko che però non riescono ad entrare quasi mai in area di rigore.

Valon BEHRAMI 7 - Ottima partita dello svizzero che continua il suo straordinario momento di forma, arpiona palloni e fa ripartire l’azione. Altra prestazione da incorniciare per l’ex centrocampista della Lazio.

Blerim DŽEMAILI 6,5 - Con un Berhami così passa quasi inosservata la sua presenza in mezzo al campo. Nel primo tempo soffre anche lui il pressing del Catania ma nella ripresa è preciso ed attento, tanto da portegli permettere di avanzare anche di qualche metro.

Marek HAMŠÍK 7,5 - Divide la palma di migliore in campo con Callejón, segnando il gol del raddoppio e proponendosi in ogni azione offensiva dei partenopei. Cerca più volte la conclusione da fuori area andando vicinissimo alla doppietta personale.

Lorenzo INSIGNE 6,5 - Buona gara per il giovanissimo trequartista napoletano che con le sue finte "regala” una notte da incubo a Pablo Álvarez. Lascia sconsolato il terreno di gioco, avrebbe voluto anche lui partecipare alla festa con un gol. (dal 90' Dries MERTENS sv - Applausi per il belga da parte del pubblico del "San Paolo" memore delle gare contro Torino e Fiorentina, troppi pochi minuti per stupire anche quest'oggi).

José María CALLEJÓN 7,5 - Segna con una magia imparabile per Andújar aprendo le marcature a favore della squadra azzurra. Dopo il gol continua a macinare gioco e ad apportare soluzioni ed alternative all’attacco. Si muove a tutto campo e mette in ginocchio tutta la retroguardia ospite.

Gonzalo HIGUAÍN 6,5 - L’argentino questa volta non segna, ma il suo lavoro è preziosissimo per la squadra. Con il suo movimento va a recuperare il pallone da dove comincerà l’azione del gol del vantaggio. (79’ Duván ZAPATA 5,5 - Non tantissimi minuti per il colombiano che però avrebbe potuto apportare qualcosa in più sul campo dal momento in cui Benitez lo aveva chiamato in causa).

All. Rafael BENÍTEZ 6,5 - Lascia in panchina Mertens nonostante l’ottimo momento del centrocampista belga, la squadra messa in campo sa però bene il compito da svolgere e nonostante le difficoltà passa in vantaggio giocando un buon calcio. Uvini a parte, ottima la gestione delle sostituzioni mandando sotto la doccia anticipatamente Higuaín ed Insigne in ottica Marsiglia.

=== CATANIA ===

Mariano ANDÚJAR 6,5 - Non può nulla sulle magie del Napoli nel primo tempo, ma ha il merito di tenere a galla la propria squadra parando tutte le occasioni create dai padroni di casa nella seconda frazione di gioco. Lo scarto parla di un solo gol, ma non fosse stato per l’estremo difensore argentino il Catania avrebbe di certo incassato di più.

Pablo Sebastián ÁLVAREZ 5 - In fase offensiva si propone con frequenza ma a volte si dimentica di difendere lasciando Insigne libero di operare sulla fascia sinistra. (dal 83’ Alexis ROLÍN 5 -Entra a destra per contenere Insigne e dare un po’ di respiro ad Álvarez che se l’era vista nera per tutta la gara, il difensore uruguaiano però sbaglia al primo intervento rischiando di provocare il terzo gol del Napoli).

Ciro CAPUANO 6 - Ottima spinta del classe ’81 che dà manforte a Biraghi in fase offensiva, allargando molto bene la difesa partenopea. Nella ripresa troppo spazio lasciato a Callejón che manovra a destra senza particolari problemi.

Nicola LEGROTTAGLIE 5 - Con Gyömbér appostato su Higuaín, il centrale difensivo si occupa dei vari inserimenti dei trequartisti del Napoli, che però entrano troppo facilmente in area di rigore.

Norbert GYÖMBÉR 5,5 - A lui il compito di seguire a tutto campo Higuaín, ma è veramente difficile riuscire a contrastare l’argentino. Alla fine l’ex Real non segna ma il suo movimento mette in crisi tutto il Catania.

Mariano IZCO 5 - Troppi gli spazi concessi dal capitano degli etnei ai centrocampisti del Napoli che si inseriscono a meraviglia sulla trequarti del Catania. La condizionale non è però ottimale e De Canio lo toglie dal campo a 20 dalla fine. (dal 70’ Bruno PETKOVIĆ 5 - Impatto zero a favore del Catania, il suo ingresso non porta nessun aspetto positivo per la squadra ospite).

Sergio Bernaro ALMIRÓN 5 - Dovrebbe aiutare un po’ più Izco in mediana ma il centrocampista ex Juventus gioca troppo alto, provando diversamente la conclusione verso la porta di Reina ma dimenticandosi di aiutare i compagni in raddoppio.

Panagiotis TACHTSIDIS 6 - Lotta e combatte a centrocampo, a fine primo tempo si fa male al ginocchio ma rientra subito in campo per continuare la sua gara. Nella ripresa non ha però lo stesso spirito e finisce, anch’esso, per lasciare troppo terreno al centrocampo azzurro.

Cristiano BIRAGHI 6 - Gioca bene le sue carte sulla corsia mancina ma eccede nel salire lasciando una voragine all’ indietro e solo Capuano in fase difensiva. (dal 46’ Sergio Gontán KEKO 5 - Gioca sulla destra dando “manforte” a Maxi Lòpez. Questo però sulla carta visto che l’ex Atlético tocca solamente quattro palloni).

Lucas Nahuel CASTRO 6 - Non gioca nel trio d’attacco ma si posiziona sulla corsia di destra, cerca sempre l’inserimento in area e trova anche il gol che aveva illuso il Catania di poter rientrare in partita.

Maxi LÓPEZ 6,5 - Ottima prestazione dell’ex attaccante del Milan che pressa, libera spazi, mette in difficoltà la retroguardia avversaria e fa salire la squadra. Peccato per il risultato, è stato uno dei migliori della sua squadra.

All. Luigi DE CANIO 6 - Nel primo tempo aveva imbrigliato bene il Napoli che pur dominando le corsie laterali, faceva molta fatica ad entrare in area di rigore. L’ingresso di Keko ad inizio ripresa cambia però faccia alla partita, Castro passa sulla corsia di sinistra e non riesce più ad essere decisivo.

Scritto da Luca Stamerra (Twitter: @StamLuca) | Eurosport

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto