Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Menu

La mozzarella di bufala campana è sana: lo dice un laboratorio tedesco

La mozzarella di bufala campana è sana: lo dice un laboratorio tedesco La mozzarella di bufala campana è sana: lo dice un laboratorio tedesco

La Mozzarella di bufala è sana


L'esplosione dello scandalo della Terra dei Fuochi sta mettendo in ginocchio un settore - quello del Consorzio della Mozzarella di bufala - che dà lavoro a 15 mila persone fatturando 500 milioni di euro all'anno. Ma ora un laboratorio tedesco rivela: le mozzarelle sono sane. Mozzarelle di bufala tossiche? Neanche per sogno: a dirlo è un laboratorio di analisi tedesco, il Tuv Sud Gmbh di Siegen, che ha stabilito che i valori di metalli pesanti e diossine sono non solo nella norma, ma anche 5 volte più bassi della soglia consentita. A richiedere un approfondimento erano state quattro associazioni di categoria – Federconsumatori, Unione nazionale dei consumatori, Codici, Adusbef – che intendevano fugare ogni dubbio su uno dei più prelibati prodotti gastronomici del sud Italia. L'iniziativa, tuttavia, è stata promossa dal Consorzio di tutela mozzarella di bufala campana dop, preoccupata per il calo delle vendite del 30% derivato dall'allarme scaturito dopo le ultime rivelazioni che hanno visto protagonista la Terra dei Fuochi. “Noi – afferma il direttore del consorzio – non diciamo che il problema della Terra dei fuochi non esiste, diciamo che si tratta di 840 ettari su 500 mila ettari di superficie agricola utilizzabile in Campania e che il nostro prodotto non ha niente a che vedere con quel territorio: acqua, mangime e foraggi sono certificati, sappiamo perfettamente che vengono da posti sicuri”.

Ma come si è svolto il test? A spiegarlo è Rosario Trefiletti, presidente di Federconsumatori: “Abbiamo comprato in modo casuale 20 mozzarelle con marchio dop in altrettanti punti di vendita e le abbiamo sottoposte a un'analisi molto complessa. Forniamo questa informazione ai consumatori perché orientino le loro scelte: la vendita di mozzarella sfusa, senza marchio di garanzia, non solo non offre le necessarie tutele ma è vietata. Per fare una battaglia efficace contro le ecomafie bisogna saper distinguere tra rischi veri e rischi falsi, altrimenti si fa crollare il sistema della produzione di qualità allargando il potere delle strutture illegali”.

Il Consorzio della Mozzarella di bufala campana fattura ogni anno 500 milioni di euro, dando lavoro a 15 mila persone. Il sistema agroalimentare regionale, invece, vale 5 miliardi di euro. Le polemiche sulla Terra dei Fuochi, non sempre puntuali, hanno provocato in molti casi una fobia ingiustificata rispetto ai prodotti agricoli campani. Anche per questa ragione il governo ha deciso giorni fa la mappatura dei terreni agricoli interessati dai roghi di rifiuti e da discariche illegali.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto